martedì 7 ottobre 2014

ABC pannolenci: IL TAGLIO

Dopo aver stampato e disegnato i cartamodelli per il nostro progetto, bisogna passare al taglio del del pannolenci.
Ci sono vari modi, che di seguito vi spiegherò, ma è bene sapere che non ce n'è uno migliore di un altro in assoluto, ma solo quello con cui ci troviamo meglio. Per prima cosa dobbiamo attrezzarci con delle buone forbici, una per il taglio del pannolenci e una per il taglio della carta, importantissimo: MAI usare quelle che si è destinato al taglio della stoffa per tagliare la carta.


Quelle di sinistra io le uso per la stoffa, sono forbicine che ho trovato in vendita tra gli articoli da decoupage, quelle di destra a molla le uso solo per la carta.

Ora vi illustro i vari metodi che ho sperimentato, alcuni ve li consiglio altri no.


1° DISEGNARE: potete o disegnare direttamente o riportare il disegno sul pannolenci con la matita, un pastello colorato, una biro o un pennarello a punta fine e poi tagliare sul segno.


VANTAGGI: è più facile seguire il disegno e il taglio viene preciso.
SVANTAGGI: il segno non va via e sarebbe meglio segnare il disegno al rovescio in modo che il segno rimanga all'interno, in alternativa si può utilizzare il pennarello evanescente che si usa per segnare le stoffe o i gessi da sartoria, il primo non ho mai avuto la necessità di comprarlo, i gessi non sono poi così comodi.

2° FERMARE CON GLI SPILLI 

una volta ritagliata la sagoma di carta si ferma al pannolenci con degli spilli e si procede al taglio 

VANTAGGI: il taglio è preciso e si ottimizza la stoffa facendo pochi scarti.
SVANTAGGI: alla lunga il cartamodello si rovina e va ristampato, gli spilli PUNGONO!!!

3° CARTA ADESIVA


Si stampa il cartamodello sulla carta adesiva che si attaccherà al pannolenci temporaneamente

VANTAGGI: il taglio è preciso.
SVANTAGGI: il costo della carta adesiva, ci sono molti scarti di stoffa, bisogna tagliare carta e stoffa con la stessa forbice che per questo motivo si rovinerà e alla lunga non taglierà più bene.

Come vedete ha più svantaggi che vantaggi per me, perciò questo metodo LO SCONSIGLIO!!!

4° SCOTCH ADESIVO


Fermare il cartamodello alla stoffa con lo scotch adesivo

VANTAGGI: il taglio è preciso, ci sono pochi scarti di stoffa, il cartamodello non si muove durante il taglio
SVANTAGGI: tagliare lo scotch rovina la lama delle forbici

Qualsiasi metodo preferiate usare il risultato dovrebbe essere questo


5° BIG SHOT 


Per chi non lo sapesse la big shot è una fustellatrice con la quale si possono tagliare diversi materiali in moltissime sagome diverse a seconda delle fustelle che si utilizzano

VANTAGGI: il taglio è superpreciso
SVANTAGGI: il costo non proprio economico della big shot, il costo non economico delle fustelle che bisognerebbe avere in gran quantità, per quanto esistono moltissime fustelle il rischio è di avere lavori uguali a tante altre creative che la utilizzano.

Questi sono i metodi che io ho provato, di sicuro ne esistono altri, dovete solo sperimentare e trovare quello con cui vi trovate meglio

Al prossimo post e buona creatività a tutti.